2012
Anghiò 2012 PDF Stampa E-mail

Dopo il successo delle scorse edizioni alici, sarde, sgombri, ricciole, tonni & Co. saranno i protagonisti assoluti di Anghiò, il Festival del Pesce Azzurro che si terrà a San Benedetto del Tronto dal 5 all’8 Luglio 2012 grazie alla rinnovata collaborazione tra Tuber Communications e Sedicieventi con il patrocinio del Comune di San Benedetto e della Regione Marche.

anghiò 2012

 

Anghiò, che in dialetto sambenedettese significa proprio alice, punta a promuovere e valorizzare la lunga e ricca tradizione ittica della Regione Marche e di San Benedetto del Tronto in particolare, secondo porto in Italia per quantità di pesce pescato e numero di imbarcazioni impegnate.

Il pesce azzurro è un alimento fondamentale della dieta mediterranea, noto per le sue preziose proprietà organolettiche, ricco di sali minerali,  vitamine e soprattutto di omega-3, gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e circolazione abbassando il livello di colesterolo nel sangue. Il famoso pesce della Riviera delle Palme rappresenta, dunque, un binomio vincente in termini di gusto e leggerezza ed ha un pregio da non sottovalutare: un rapporto qualità/prezzo unico ed autentico.

In questa edizione Anghiò si inserisce nell’ambito del progetto “Sappiamo sempre che pesci prendere” dell’Assessorato alla Pesca della Regione Marche che ha come scopo proprio la promozione e l’invito al consumo del pesce locale, sia nelle cucine casalinghe sia nelle strutture ricettive dedicate alla ristorazione.

 
Fritto Misto all'Italiana 2012 PDF Stampa E-mail

Fritto Misto è il luogo ideale per farti i fritti tuoi. Nella grande cucina del Palafritto l’olio delle friggitrici sarà sempre bollente e pronto a rendere croccanti tante specialità italiane ed internazionali.

Il più grande evento italiano dedicato alla frittura torna dal 25 aprile al 1 maggio nella storica e suggestiva location di Piazza Arringo di Ascoli Piceno con l’intento di prendere per la gola decine di migliaia di appassionati con tante novità e stuzzicanti prelibatezze al cartoccio da mangiare tassativamente con le mani. Sette giorni di full immersion per scoprire tradizioni popolari enogastronomiche di tante regioni italiane e di Paesi anche molto lontani, perché la frittura, con tante declinazioni diverse, è una tipologia di cottura che accomuna praticamente tutto il mondo ed è talmente versatile da essere contemporaneamente cibo di strada e cibo raffinato.

Solo Fritto Misto offre la possibilità di spaziare nello stesso luogo dalle veraci fritture della Sicilia, terra dove il cibo di strada ha antiche radici, a quelle dell’Alto Adige, da quelle sudamericane a quelle giapponesi, passando per il Medioriente. Insomma Fritto Misto è anche l’occasione giusta per farsi i fritti degli altri avendo in un unico cartoccio le empanadas peruviane, la tempura giapponese e il cous cous vegetale fritto di tradizione ebraico – mediorientale.

Ci sarà da divertirsi ad abbinare tante fritture ad altrettanti vini marchigiani che saranno proposti dall’Enoteca delle Marche gestita dal Consorzio di Tutela Vini Piceni e dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini. Meglio un Verdicchio dei Castelli di Jesi o un’Offida Pecorino o Passerina? Meglio un vino fermo o una bollicina?

Lo scoprirai solo venendo a Fritto Misto!